Signora che vuole fare il cambio di operatore, si compra un telefono nuovo, le inserisco le due sim, la vecchia e la nuova, le spiego che, da oggi, non avrebbe più funzionato la vecchia, ma che, essendo le due schede entrambe inserite, non si sarebbe neanche accorta del cambio.
Oggi torna, dicendo che vuole annullare tutto che da lei il nuovo operatore non prende. Le chiedo il telefono e mi mostra il telefono vecchio e non il nuovo, con dentro la sim vecchia e non la nuova. Le spiego che per funzionare deve avere inserita la scheda nuova, non la vecchia, le chiedo dove sia la sim nuova e mi risponde:
“Nel telefono nuovo.”
“E dov’è il telefono nuovo?”
“L’ho buttato perché non mi piaceva.”
Tralascio, come accennavo, il prima (sì, c’è un prima) ed il dopo quando insisteva nel voler ricaricare la sim del vecchio operatore, che ha smesso di funzionare (e anche altre cose), perché è già abbastanza lungo così e direi che è già abbastanza tragico così.