Solita Agenzia pratiche auto, gemellata col CPS.
Suona il telefono:
“Pratiche auto, buongiorno.”

“Salve, sono inc****o con voi! Non mi avete chiamato.”
Siccome la preveggenza non rientra ancora nelle mie capacità, mi limito a rispondere: “Scusi, come si chiama e per cosa avremmo dovuto chiamarla?”

“Sono Tizio Caio, mi scade la patente. Dovevi chiamarmi per ricordarmelo.”

“Sto controllando lo scadenzario, la sua patente scade a luglio, possiamo rinnovargliela da 4 mesi prima, è in lista per essere chiamato a aprile, ora è troppo presto.”

“Ma voi dovevate chiamarmi anche prima.”

“E perché, scusi?”

“Perché se non vi chiamavo io, voi non me lo ricordavate.”

“Va bene, ha ragione. Ci risentiamo a aprile.”

“Sarà meglio.”
Inutile discutere con gli imbecilli: ti battono con l’esperienza. (Semi cit.)