“Buongiorno, Assistenza Computer.”
“Senta! Devo riparare il mio Mac, mi hanno detto che è la scheda video. Posso pagare con il bonus docente?” (n.b. Carta del Docente)
“Mi spiace Signora. Per mia informazione la Carta del Docente è ad uso esclusivo per l’acquisto di un computer intero o assemblato per l’ausilio della Sua didattica.”
“Eh, ma io il computer lo uso per lavorare, per la scuola. Ha capito?”
“Penso di aver capito bene. Ma io non aderisco perché sono un artigiano riparatore, non effettuando vendita non posso accettarla come metodo di pagamento, posso ripararLe il computer ma non ho modo di farLe utilizzare la Carta Docente.”
“Ma Lei mi sta discriminando!”
“Non ho mai discriminato nessuno, semplicemente non è previsto e comunque non aderisco, come Le ho detto prima. Posso ripararlo, ma non posso farLe usufruire della Carta.”
“Ma al centro di riparazione * lo sa che l’altra volta me l’hanno preso il bonus?”
“Può provare a chiedere nuovamente a loro, potrebbero trovare il modo per risolverLe il problema.”
“Eh, ma loro mi hanno detto che non lo riparano perché vecchio per loro. Comunque lei non è serio!”
Dopo 5 minuti
“Pronto, assistenza computer.”
“Ciao Massimo, sono Pinco della riparazione della *. Come stai? Posso farti una domanda?”
“Ciao Pinco. Grazie, sto bene, sei gentile. Dimmi pure.”
“Ci ha chiamato una signora, ci ha detto che tu ripareresti il suo computer usando la Carta Docenti ma che non hai i pezzi in tempi brevi.”
“Ha chiamato anche me, dicendo la stessa cosa di voi!”
“Ah! Buono a sapersi. Una sera birretta?”
“Birretta!”