Lavoro in un negozio di ricambi moto.
Entra questo simpatico individuo con un espressione così torva da far impallidire il più prode degli eroi.
“MI AVETE VENDUTO LA LAMPADINA SBAGLIATA E IO RIVOGLIO I SOLDI!”
Preso dallo sconforto del dopo cenone di Natale, verifico con l’applicativo il tipo di lampadina necessario (pur sapendo a memoria quasi ogni tipo di applicazione).
“Guardi che la sua moto, se i dati sono corretti, monta proprio quella lampadina qui.”
“IMPOSSIBILE! SEI UN INCAPACE!”
Tira fuori dalla tasca una lampada di origine orientale e puntandola verso il mio naso esclama “VEDI, questa è quella giusta! Mi è arrivata con il faro che ho preso su eBay!”
“Quindi, il faro, non è originale?”
“Certo che no!”
“Se me lo diceva mezz’ora fa, avremmo già risolto, comunque non tratto quella marca perché è troppo scandente, le faccio un buono per la prossima volta.”
“EH NO!”
“Eh sì, arrivederci.”
Esce bestemmiando e lasciandomi il buono sulla cassa.