Alcuni momenti salienti dell’Artigiano in fiera, in uno stand di intimo e pigiami. A voi la scelta su quale sia il più fuori dal mondo.

“Quanto costano i pigiami?”
“Abbiamo la promozione: un pezzo 25€, due pezzi 40€”
“Ma nel senso che se prendo la maglia viene 25€ e se prendo anche i pantaloni 40€?”
“No signora, il pigiama lo vendiamo tutto intero a 25€”
“Ah, ok! Avete il camerino per provarlo? O uno specchio?”
“Non li abbiamo, in fiera c’è poco spazio”
“Ah, allora può farmi le foto mentre li provo così vedo come mi stanno?”
Tutto questo con 20mila persone che stavano assaltano simultaneamente lo stand.

—————————————-

“Che tessuto è?”
“Cotone elasticizzato, quindi 90% cotone e 10% elastan”
Non si fida, cerca l’etichetta, la trova e legge esattamente quello che ho detto.
“No, io compro le mutande tutti gli anni, conosco bene il cotone e questo è sintetico!”
“Abbiamo solo questo, arrivederci.”

—————————————-

Un signore di circa 75 anni non sa la taglia degli slip, così tiro fuori dalla scatola uno slip che penso possa essere della sua misura e faccio il gesto di avvicinarglielo ai fianchi per verificare la larghezza dicendo:
“Posso?”
“Sì, ma non mi tocchi!”
E sorridendo imbarazzata dico:
“No, non la tocco…”
“Nono rida, è una cosa seria.”

—————————————-

Arriva una donna che sta videochiamando. Senza appendere, smette di parlare con l’interlocutore e mi chiede di servirla. Mentre le faccio vedere tutti i modelli di slip da donna, ogni tanto lei gesticola e indica la merce, girando inavvertitamente lo schermo del telefono: facendo così, non posso fare a meno di notare che l’interlocutore è intento a massaggiarsi le parti intime, fortunatamente ancora vestito. Il disagio.