Successo qualche anno fa. Lavoravo in un negozio di musica nel reparto audio, ambito prettamente maschile per cui non sempre sembro “affidabile” in quanto ragazza e giovane (per fortuna per poche persone solo).
In quel momento ero da sola perché i miei colleghi erano in magazzino. Arriva un signore e si mette in coda; arrivato il suo turno:

“Buongiorno, di cosa ha bisogno?”
“Ho bisogno di cuffie, ma aspetterò il suo collega.”
“Al momento è in magazzino, posso servirla io. Cerca cuffie da studio, da ascolto o in-ear monitors?”
“No guardi, preferisco aspettare che torni il suo collega.”
“Credo dovrà aspettare un po’, ma se preferisce certamente. Se poi ha bisogno mi chieda.”

20 minuti dopo torna il mio collega, io nel frattempo ho servito altre 3 o 4 persone (per microfoni, mixer, ecc).

“Ah salve, è arrivato. Volevo comprare delle cuffie.”
“Salve, certo per le cuffie può chiedere alla mia collega.”
Ho atteso il suo ritorno sentendomi molto soddisfatta.