Gastronomia gluten free.
Ore 19:00.
“Buonasera, che ha del pane?”.
“Buonasera, si ho queste ciabattine”.
“Me ne da tre?”.
“Certo, subito”.
“Mi da anche questo cornetto?”.
“Va bene”.
“Quanto pago?”.
“Allora 3.50 il pane, 1.50 il cornetto per un totale di 5 euro”.
“Quanto?? Ma quanto costa il pane?”.
“12 € al kg”.
“E un cornetto 1.50? Ma come mai questi prezzi assurdi?”.
“Questi sono prodotti senza glutine, hanno un prezzo più elevato”.
“Non mi interessa questa roba strana, io voglio il pane normale”.
“Mi dispiace, ma qui vendiamo solo alimenti per celiaci”.
“E certo, adesso con tutte ste mode voi fate pagare questa robaccia un occhio della testa, tanto ci sono gli scemi che la comprano!”.
“Guardi che la celiachia non è una moda, è una malattia”.
“Per forza che si ammalano, senza mangiare la carne, le uova, il latte, come possono stare bene?”.
“Credo che lei abbia le idee un po’ confuse…”.
“Io non sono confuso per niente, anzi, adesso chiamo i carabinieri, così vediamo se si possono fare questi prezzi!”.
“Mi raccomando, gli dica di sbrigarsi, che sto per chiudere”.