Ristorante.
Il cameriere riporta in cucina un piatto di brasato.
“La cliente dice che non è cotta, fa ancora sangue.”
Come fa un brasato che ha cotto 4 ore e mezzo ad essere crudo, dai!
“Vuole che sia cotto di più.”
Passo il brasato in padella con la sua salsa per 5 minuti e lo faccio riportare.
“La cliente vuole parlare con te Chef!”
Frasi irripetibili…
“Buonasera signora, mi dica.”
“Buonasera, ma sa, sono incinta e non posso mangiare carni al sangue, questo brasato è troppo crudo per me.”
“Signora, guardi che ha cotto per 4 ore e mezzo, non è proprio possibile che non sia cotto.”
“Ma non lo vede il sugo rosso? Fa sangue!”
Prendo fiato, respiro e chiedo aiuto a San Francesco perché ho appena capito il problema.
“Signora guardi che quella, è la salsa del brasato a base di vino Carmenere, vino che rilascia molto colore, è per quello che lo vede così, non è sangue.”
“Beh insomma, vino o sangue lei me lo può cuocere di più? Anzi no mi chiami il cameriere che ordino altro.”
Solo per la cronaca, la signora ha preso un arrosto di maiale, sottolineando che il colore grigio rosato era quello giusto per una carne cotta.