Squilla il telefono.

“Hotel *** buonasera!”
“Sí. Io vorrei comprare…”
“Come scusi?”
“Síí, io vorrei comprare…”
“Ehm, cosa vuole comprare mi scusi?”
“Non lo so, cosa avete voi lì??”
“Ehm… Siamo un hotel, abbiamo delle camere signora!”
“Sí…”
“Si cosa? Vuole una camera??”

“Sí..”
“Okaaaay.. Che camera vuole?”
“Vorrei un letto matrimoniale”.
“Bene, abbiamo sia camere di categoria Standard che Superior, quale preferisce?”
“Sí…”
“Sí cosa?”
“Ho detto un letto matrimoniale…”
“Va bene signora,Faccio io. Desidera anche la prima colazione?”

“Ehm…. Sí…”
“Per caso le interessa anche il nostro centro benessere??”
“Quello che avete io compro..”
(Ma che c***o?)
“Senta per quando la vuole questa camera???
“Per ora.. Siamo in macchina..”
“Ah perfetto state arrivando. E, da dove?”
“Dalla strada”.
(Ossignore…)

“Ho capito signora, ma dove vi trovate in questo momento? Così per capire verso che ora arriverete”.
“Siamo in macchina… Gliel’ho detto..”
(Che fatica mamma mia..)
“Pensate di arrivare prima delle 21 o più tardi??
“Sí..”
(Signora mia, il suo SÍ non può essere la risposta ad ogni domanda…)

“Sa signora , glielo chiedo perché dopo le 23 la portineria è chiusa, eventualmente le dovrei lasciare le chiavi della stanza fuori in cassaforte”.
“Ma noi arriviamo prima sicuramente..”
(Ok ce la possiamo fare..)
“Benissimo signora, allora guardi la camera con colazione e ingresso al centro benessere costa xxx, se mi può cortesemente dare i dati della sua carta di credito procediamo al pagamento e fissiamo la camera”.
“Ehm… Sí…I dati? Quali dati? I miei?”

Poi si rivolge al marito che molto probabilmente stava guidando:
“Amoreeee, quali dati? I miei, I tuoi?”
Lui biascisca qualcosa di incomprensibile, seguito da un sonoro “ma guardaci tu nooooo”
“Senta, se mi da 5 minuti cerco le cose che le occorrono e poi la richiamo…”
E mette giù.

Poi la cliente ha richiamato, prenotato, è venuta ed ha pagato.. insomma tutto bene quel che finisce bene eh.
Ma che fatica.