Fino a qualche anno fa ho avuto un’attività in proprio.
Un giorno entra in negozio una cliente che un mese prima aveva comprato una bottiglia di profumo. Entra tutta concitata e anche un po’ arrabbiata, e mi fa: “Vendete merce di pessima qualità! Ho comprato questa bottiglia di profumo ma lo spruzzino non funziona!!!”.
“Mi permetta di controllare il prodotto e vedrò cosa posso fare”.
Apro la scatola ed estraggo il flacone. Guardo, e mi rendo conto che di profumo ne era rimasta una piccolissima quantità.
“E’ evidente che l’erogatore funzionava al momento dell’acquisto, visto che il profumo l’ha finito”.
A quel punto diventa paonazza per la rabbia e mi fa “Beh… A dire la verità mia nipote ha fatto cadere la bottiglia e da quel momento l’erogatore non ha funzionato più, non è che c’è una qualche garanzia?”.
La grande fortuna che ho avuto è che essendo la titolare mi sono tolta la soddisfazione di cacciarla dal negozio.