Gastronomia gluten free.
Ore 13.00, entra una nuova cliente in negozio.
“Buongiorno, ho visto il suo negozio su internet e sono venuta per provare i suoi prodotti”.
“Buongiorno, abbiamo solo prodotti freschi e artigianali, tutto senza glutine”.
“Fantastico, quante belle cose!”.
“Cosa voleva provare?”.
“Che pane ha?”.
“Ecco, 4 tipi di pane, ancora caldo”.
“Bene, uno di ogni tipo”.
“Le metto anche questo nuovo panino al sesamo”.
“Grazie, vorrei anche un trancio di pizza margherita e uno di focaccia”.
“Bene, le occorre altro?”.
“Si, una piadina con bresaola e rucola, un tramezzino al salmone , un suppli’ e una lasagna”.
“Vuole anche qualche dolce?”.
“Si, una crostatina, un cornetto e una bomba alla crema, sono anni che non le mangio!”.
“Benissimo, le aggiungo un sacchetto di biscotti al cioccolato e una mimosa in omaggio”.
“Ma perché le altre cose le devo pagare?”.
“Tranne il panino al sesamo che le ho aggiunto per provarlo…si”.
“Ma io pensavo che, visto che volevo assaggiare i vostri prodotti, potevo prendere dei campioni in omaggio per poi scegliere quello che mi piace e venire a comprarlo”.
“Guardi, ho ordinato delle fialette, come quelle che danno in profumeria, per mettere dei campioni dei prodotti da dare in omaggio”.
“Ma non sono piccole?”.
“Ma tanto ci metto solo l’essenza di pizza, di lasagna, di bomba alla crema….Intanto per ora sono 26 euro, grazie”.