Sono stata in ferie, poteva mancare una perla per la mia prima domenica?

Sexy shop.

Marito e moglie, lui mi chiede un fallo del diametro di 7cm…these dicks, è il caso di dirlo essendo una misura abbastanza impegnativa.

Gli spiego che generalmente viene segnato solo la lunghezza, comunque tiro fuori il mio bel metro da falegname e cerchiamo quello giusto. 

Pesco quello che mi sembra più adatto e l’appoggio sopra il mio metro…occhio e croce ci siamo.

Allora la moglie tira fuori dalla borsetta un metro da sarta e misura la circonferenza, ancora meglio. 

Se non fosse…segue il dialogo:

Lui: “20cm, allora il diametro e 10”.

“no, non si calcola così”.

Lui: “Sì, circonferenza diviso 2 dà il diametro”.

“No, guardi devi fare il calcolo col pi greco”.

Lui: “E chi lo sa cosa è il pi greco”.

“3.14”.

Lui:” Io non conosco quella roba lì”.

Qui mi sono trattenuta, perché tutti l’abbiamo fatto il pi greco in geometria alle medie.

Fatto il calcolo (circonferenza/3.14) il diametro era uno scarsissimo 6.366 cm.

Pochi per uno che se l’era visto da 10.

Quindi quando sentite dire ai bambini: “studia, se no finirai per fare la commessa” bisognerebbe ribattere “studia che magari diventi commessa, e potrai insegnare ai clienti che non hanno studiato come si usa il pi greco!”.

Ecco, magari non avrei mai sospettato che mi sarebbe servito per trovare il diametro di un fallo, ma comunque lo so usare.